BEGIN:VCALENDAR PRODID:-//Feedo Feed//NONSGML v1.0//EN VERSION:2.0 CALSCALE:GREGORIAN METHOD:PUBLISH X-WR-CALNAME:“Contro la violenza alle donne nessuna incertezza” X-WR-CALDESC:Adesione alla manifestazione del 25 novembre a Roma\ncontro la violenza alle donne e lancio della campagna\n“Contro la violenza alle donne nessuna incertezza”\n \n \n \n\n \n\nCare e cari,\n\nieri la Presidenza nazionale dell’ARCI ha approvato un ordine del giorno di adesione alla manifestazione nazionale contro la violenza alle donne che si svolgerà a Roma il 25 novembre.\n\nPer sconfiggere la violenza sulle donne serve un cambiamento culturale radicale, ma manca anche  un piano programmatico efficace, condiviso sul territorio e non a macchia di leopardo, che vada dalla formazione nelle scuole sulle tematiche di genere, al finanziamento dei centri antiviolenza, molti dei quali sono invece costretti a chiudere per la mancanza di risorse. \nSono quasi 7 milioni le donne italiane che nel corso della loro vita hanno subito una qualche forma di violenza, fisica o sessuale. Uccise da mariti, fidanzati, spasimanti…ma anche vittime di uomini violenti, spesso per futili motivi. Sono numeri che ci dicono che si tratta di un fenomeno strutturale, troppo spesso condannato solo a parole ma tollerato nei fatti. \nA ciascuna delle donne uccise – una ogni tre giorni secondo i dati Istat -  vogliamo dedicare il nostro ricordo, perché non vengano dimenticate. E alle tante donne violentate, maltrattate, vittime di stalking vogliamo far giungere la nostra solidarietà, anche scendendo in piazza.\nLo faremo insieme a tante altre donne, in tutto il mondo, il  25 novembre e non solo. Ogni giorno continueremo a dire il nostro basta alla violenza e a una cultura che ci colpevolizza per farci percepire come complici, per negare la nostra libertà e il nostro diritto all’autodeterminazione.\n\nSappiamo che già nei territori si sta organizzando la partecipazione a Roma, e che in molti altri, invece, si svolgeranno incontri, presidi, dibattiti su questo tema.\n\n\nVi invitiamo a comunicare le  manifestazioni , spettacoli, incontri che organizzate ad ufficiostampa@arci.it.\n\nDa oggi, inoltre,  lanceremo la campagna social  “Contro la violenza alle donne nessuna incertezza”, anche alla luce dei tanti “distinguo” che in questi mesi abbiamo sentito a proposito delle denunce lanciate da tante donne, dal mondo dello spettacolo a quello dello sport, dalla politica, dalle mura domestiche rispetto alle quali troppi alibi vengono addotti a giustificare una violenza che giustificabile non è. \nNon vogliamo più che si descriva un fatto di violenza con un ”ma”: serve che l’opinione pubblica faccia fronte comune senza se e senza ma contro ogni violenza maschile alle donne.\n\n \n\n\nUn augurio di buon lavoro e un cordiale saluto.\n \n\n \n\n\n\n\nFrancesca Chiavacci\n\n\nPresidente Nazionale ARCI\n\n\n\n \n X-MS-OLK-FORCEINSPECTOROPEN:TRUE BEGIN:VEVENT DTSTAMP:20171123T144655Z DTSTART:20171125T090000Z DTEND:20171125T090000Z TRANSP:TRANSPARENT UID:1722017-11-25 SUMMARY:“Contro la violenza alle donne nessuna incertezza” DESCRIPTION:Adesione alla manifestazione del 25 novembre a Roma\ncontro la violenza alle donne e lancio della campagna\n“Contro la violenza alle donne nessuna incertezza”\n \n \n \n\n \n\nCare e cari,\n\nieri la Presidenza nazionale dell’ARCI ha approvato un ordine del giorno di adesione alla manifestazione nazionale contro la violenza alle donne che si svolgerà a Roma il 25 novembre.\n\nPer sconfiggere la violenza sulle donne serve un cambiamento culturale radicale, ma manca anche  un piano programmatico efficace, condiviso sul territorio e non a macchia di leopardo, che vada dalla formazione nelle scuole sulle tematiche di genere, al finanziamento dei centri antiviolenza, molti dei quali sono invece costretti a chiudere per la mancanza di risorse. \nSono quasi 7 milioni le donne italiane che nel corso della loro vita hanno subito una qualche forma di violenza, fisica o sessuale. Uccise da mariti, fidanzati, spasimanti…ma anche vittime di uomini violenti, spesso per futili motivi. Sono numeri che ci dicono che si tratta di un fenomeno strutturale, troppo spesso condannato solo a parole ma tollerato nei fatti. \nA ciascuna delle donne uccise – una ogni tre giorni secondo i dati Istat -  vogliamo dedicare il nostro ricordo, perché non vengano dimenticate. E alle tante donne violentate, maltrattate, vittime di stalking vogliamo far giungere la nostra solidarietà, anche scendendo in piazza.\nLo faremo insieme a tante altre donne, in tutto il mondo, il  25 novembre e non solo. Ogni giorno continueremo a dire il nostro basta alla violenza e a una cultura che ci colpevolizza per farci percepire come complici, per negare la nostra libertà e il nostro diritto all’autodeterminazione.\n\nSappiamo che già nei territori si sta organizzando la partecipazione a Roma, e che in molti altri, invece, si svolgeranno incontri, presidi, dibattiti su questo tema.\n\n\nVi invitiamo a comunicare le  manifestazioni , spettacoli, incontri che organizzate ad ufficiostampa@arci.it.\n\nDa oggi, inoltre,  lanceremo la campagna social  “Contro la violenza alle donne nessuna incertezza”, anche alla luce dei tanti “distinguo” che in questi mesi abbiamo sentito a proposito delle denunce lanciate da tante donne, dal mondo dello spettacolo a quello dello sport, dalla politica, dalle mura domestiche rispetto alle quali troppi alibi vengono addotti a giustificare una violenza che giustificabile non è. \nNon vogliamo più che si descriva un fatto di violenza con un ”ma”: serve che l’opinione pubblica faccia fronte comune senza se e senza ma contro ogni violenza maschile alle donne.\n\n \n\n\nUn augurio di buon lavoro e un cordiale saluto.\n \n\n \n\n\n\n\nFrancesca Chiavacci\n\n\nPresidente Nazionale ARCI\n\n\n\n \n URL:http://arciperugia.it/attività/eventi-ed-appuntamenti/“contro-la-violenza-alle-donne-nessuna-incertezza”.html CATEGORIES:Conferenze e dibattiti GEO:41.895091;12.505054900000005 LOCATION:ROMA END:VEVENT END:VCALENDAR