Log in

SPRAR Minori Stranieri non accompagnati Richiedenti/Titolari di Protezione Internazionale

Progetto SPRAR Minori Stranieri non accompagnati Richiedenti/Titolari di Protezione Internazionale Comune di Panicale

 

L’ associazione gestisce il progetto SPRAR minori 2014-2016 di cui il Comune di Panicale è Ente Titolare, (MODELLO DI DOMANDA DI CONTRIBUTO RELATIVA ALLA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE ISCRITTE NEL FONDO NAZIONALE PER LE POLITICHE E I SERVIZI DELL’ASILO, DI CUI ALL’ART. 1 SEXIES E 1 SEPTIES DEL DECRETO LEGGE 30 DICEMBRE 1989, N.416, CONVERTITO CON MODIFICAZIONI, CON LA LEGGE 28 FEBBRAIO 1990, N. 39, INTRODOTTO DALL’ART.32 DELLA LEGGE 30 LUGLIO 2002, N. 189, PER GLI ANNI­­­­­­­­­­ 2014/2016)

Il progetto rivolto ai minori stranieri non accompagnati richiedenti/titolari di protezione internazionale ha come obiettivo principale l’adempimento di tutti i servizi minimi di accoglienza integrata garantiti per il progetto Sprar 2014-2016 nell’ottica imprescindibile di un lavoro che mette al centro lo status di minore quale preadolescente e adolescente immigrato che si trova tra due sponde (le origini perdute e il nuovo mondo non posseduto) che amplificano la sua posizione di “sospensione”, incertezza e transizione.

Il progetto garantisce l’accoglienza e un percorso di integrazione dei beneficiari, attraverso le seguenti modalità:

  • la messa in rete dei servizi del territorio,
  • la valorizzazione e l’implementazione delle collaborazioni costruite da’ente gestore negli anni,
  • le competenze e l’abilità dell’équipe multidisciplinare dell’ente gestore,
  • la formazione e l’aggiornamento degli operatori,
  • il raccordo e la verifica costante tra l’ente locale e l’ente gestore,
  • la conoscenza della cultura di origine dei beneficiari,
  • la sensibilizzazione della comunità locale sul tema dell’asilo e del dialogo interculturale,
  • l’incontro tra la cittadinanza e i beneficiari del progetto,
  • la valorizzazione e il rispetto delle specificità e delle autenticità di ciascun beneficiario,
  • la costruzione di un progetto individualizzato condiviso con il beneficiario.

Obiettivo principale di ogni intervento realizzato è la crescita, l’emancipazione, la ri-conquista dell’autonomia dei beneficiari, della loro libertà di azione, di sicurezza e indipendenza anche al di fuori del progetto.

Al fine di garantire un’accoglienza integrata, sono attivi i seguenti servizi:

  • accoglienza materiale (alloggio, vitto, fornitura di vestiario, prodotti per l’igiene personale e per la pulizia della casa, fornitura di capi di abbigliamento e di calzature, erogazione del pocket money),
  • mediazione linguistico e culturale,
  • assistenza sanitaria di base e specialistica,
  • corsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana L2 garantita senza interruzioni durante tutto l’anno,
  • iscrizione dei minori alla scuola dell’obbligo,
  • istruzione e accesso ai corsi formativi presenti sul territorio,
  • orientamento e accesso ai servizi del territorio,
  • orientamento e accompagnamento alla formazione e riqualificazione professionale,
  • orientamento e accompagnamento all’inserimento lavorativo,
  • orientamento e accompagnamento all’inserimento abitativo,
  • orientamento e accompagnamento all’inserimento sociale,
  • tutela legale,
  • tutela psico-socio-sanitaria.
Altro in questa categoria: « SPRAR FOLIGNO SPRAR PERUGIA »

Felicità è partecipazione

 

La libertà non consiste banalmente nel fare ciò che si vuole, ma nasce dall’aggregazione tra gli individui, sorge quando ci si sente soggetti attivi nelle decisioni.

Log in or Sign up

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Query Database