Log in

Attività

Attività (10)

Giochi di Primavera a Foligno

E' stato un sabato pomeriggio a dimensione bambino  e dedicato ai “Giochi di primavera”quello che si è svolto  al Parco dei Canape a Foligno il 28 Maggio scorso. 

L'iniziativa è stata promossa e organizzata da Arci Perugia, Avis Foligno, Casa dei Popoli, Cidis Onlus, Emergency, Gruppo Scout Foligno 3, La locomotiva cooperativa sociale, Na'guara, Young Jazz.

Il tema  che ha caratterizzato la manifestazione di quest'anno è stato il “viaggio, declinato nei suoi diversi significati e accezioni. I bambini hanno affrontato un “viaggio” simbolico, fatto di giochi, ostacoli e racconti che li ha portati fino alla destinazione finale: il mare. Un mare immaginario certo, ma allo stesso tempo reale e presente nel parco, costruito dagli stessi bambini, che dopo aver impugnato pennelli e colori hanno “costruito” il loro mare fatto di scatole sonore e tanta fantasia.

Oltre ai classici giochi come il tiro alla fune e la corsa dei sacchi, Arci e Cidis hanno coordinato un gruppo di rifugiati che ha organizzato una serie di giochi tipici dei loro paesi di origine permettendo ai bambini di venire a contatto con culture lontane ma allo stesso tempo molto vicine nella quotidianità.

Il pomeriggio è stato allietato dal ritmo scoppiettante della Marching Band Sant'Eraclio Rhithm Factory e dai racconti di Sabina Antonelli e Maria Luisa Morici.

Durante la giornata i bambini hanno espresso tutta la loro creatività e curiosità attraverso la scoperta di giochi antichi e lontani; le diverse realtà che hanno partecipato all'organizzazione hanno dato un contributo fondamentale fornendo un'importante rete di esperienze e conoscenze che ha permesso ai bambini di vivere un sabato all'insegna della condivisione, della socialità  e dell'integrazione.

Leggi tutto...

Ora d'Aria

Arcisolidarietà Ora d'aria è una associazione impegnata a difendere ed allargare la sfera dei diritti umani e civili di tutti i cittadini, in particolare di quelli che vivono situazioni di emarginazione e di segregazione; praticare una idea di solidarietà intesa come affermazione di diritti, come cultura della responsabilità comune al fine di evitare l'insorgere e lo svilupparsi di qualsiasi forma di intolleranza e razzismo. Una nuova cultura di solidarietà può essere non soltanto testimonianza nobile di un sentimento altruistico o di una obbedienza a principi religiosi, bensì la consapevolezza della storia della sua evoluzione. Laico senso di responsabilità verso l'altro, verso i deboli, verso la differenza, verso le generazioni future. L'associazione è iscritta all'albo regionale del volontariato e aderisce alla rete nazionale dell’Associazione Arci.

Finalità

L’associazione nasce con l’obiettivo primario della difesa dei diritti, del miglioramento delle condizioni di vita dei detenuti e per favorire l’accesso alle misure alternative alla pena, elemento fondamentale del percorso di reinserimento sociale e lavorativo. Successivamente l’associazione ha ampliato le proprie finalità recependo le nuove emergenze sociali e culturali di una realtà complessa ed in trasformazione. 

Le attività di Arcisolidarieta’ Ora d’Aria

  • Attività di gestione e progettazione di progetti di formazione professionale per categorie svantaggiate, attraverso la sperimentazione di strategie, metodi, e strumenti volti all’inserimento sociale e lavorativo.
  • Attività di segretariato sociale all’interno e all’esterno del carcere.
  • Creazione di momenti di sensibilizzare della cittadinanza sui temi della tutela dei diritti.
  • Sviluppo di progetti di ricerca nazionali ed internazionali, sui temi legati all’esclusione sociale, e dell’immigrazione.
  • Promozione e partecipazione all’Osservatorio Regionale Sulla Condizione Penitenziaria attraverso una convenzione che vede nelle sue principali azioni la promozione, l’acquisizione e la diffusione di conoscenze sulla condizione della detenzione e sui fenomeni sociali che la determinano. L’obiettivo dell’osservatorio è anche quello di individuare i possibili percorsi di reinserimento sociale nonché la mappatura delle diverse opportunità presenti nel territorio finalizzate ai processi di inclusione sociale di queste specifiche categorie.
  • Realizzazione di dibattiti, incontri, convegni e mostre.
  • Gestione diretta di una casa d’accoglienza per detenuti in permesso premio, al fine di garantire l’applicazione reale delle misure alternative al carcere, soprattutto per detenuti immigrati.
  • Selezione, formazione, aggiornamento sui contenuti e sulle metodologie per il personale tecnico e per i volontari coinvolti.
  • Collegamento alla rete nazionale  per tutto ciò che riguarda la conoscenza, l’interazione e l’intervento nelle politiche di progettazione nei settori d’ambito comuni. Costruzione di reti di lavoro con partenariato interregionale ed europeo. Partecipazione a campagne informative e di promozione socio-culturale di valenza internazionale.
  • Attivazione di collaborazioni formali e informali con associazioni, enti, istituzione e privati cittadini per realizzare i servizi descritti e per attivare percorsi di inserimento sociale e lavorativo.
Leggi tutto...

PROGETTO AREE VERDI

Il progetto si inserisce nell’ambito di un partenariato con il Comune di Perugia per la gestione e manutenzione delle Aree Verdi cittadine e per interventi di piccola manutenzione in ambito di edilizia scolastica o di aree pubbliche di aggregazione. Arci Perugia ha creato delle squadre di lavoro volontarie composte dai richiedenti asilo e dagli immigrati accolti nel progetto S.P.R.A.R. affiancati da personale competente nella manutenzione del verde.

Il progetto intende così riconquistare pezzi di territorio in stato di abbandono o semiabbandono; restituire con il lavoro volontario l’impegno che la comunità accogliente impiega nei confronti dei profughi accolti; spingere ad azioni educative di tutta la cittadinanza in favore di azioni concrete per il bene comune; aiutare percorsi di integrazione che solo la vicinanza e la condivisione di obiettivi comuni e concreti genera. L’obiettivo è tra l’altro l’incontro tra i cittadini residenti con i migranti sul terreno concreto della collaborazione nella gestione tangibile di beni comuni, migliorando la collaborazione, e il rapporto, tra la comunità accogliente e i cittadini migranti, cercando il più possibile di abbattere barriere, pregiudizi e diffidenza nei confronti dei migranti.

Moltissime sono le aree verdi e le aree pubbliche interessate dagli interventi di manutenzione ad opera della squadra di ragazzi accolti dal progetto SPRAR, dal centro alla periferia della città di Perugia ma anche di altri comuni quali Assisi, Marsciano, Bevagna, Trevi, Massa Martana, Gualdo Tadino, Montone, Panicale, Piegaro e Magione.

Leggi tutto...

REAL DE BANJUL

C’è una squadra del tutto particolare in Altotevere. Il suo nome è Real del Banjul ed è stato scelto dai giocatori stessi e deriva dalla formazione principale di Banjul, capitale del Gambia (e un po’ anche dal fascino della casacca del Real Madrid). La sua unicità è rappresentata dai calciatori: il Real altotiberino è la prima formazione interculturale dell’Alta valle del Tevere, composta da ragazzi tra i 18 e i 24 anni che arrivano da Senegal e Gambia (tranne Mohammed che è un somalo arrivato in Italia nel 2011), sbarcati in Sicilia nel gennaio 2014 con l’operazione Mare Nostrum.

I ragazzi sono «richiedenti asilo politico» e il loro viaggio ha fatto tappa a Ponte Felcino per concludersi, almeno per il momento, a Città di Castello e San Giustino. Di loro si occupa Arcisolidarietà Ora d’aria, che ha provveduto a trovargli alloggi in affitto e ne gestisce la distribuzione delle risorse provenienti dal Ministero dell’Interno.

Leggi tutto...

MUSEO DEL GIOCATTOLO

Inaugurata la nuova sede  del Museo del gioco e del giocattolo di Perugia.

In esposizione ci sono trottole antiche, monopattini, cavallini, calcio-balilla, libri, fumetti, macchinari fotografici e cinematografici d’epoca. Un percorso all'interno del quale i bambini, con gli insegnanti o con i propri genitori, potranno scoprire giochi e giocattoli che vanno dalla fine del' 700 ai giorni nostri, divisi secondo tematiche come: la scuola, i mestieri, la campagna, la città, lo spettacolo, lo spazio.

I giocattoli sono lo specchio in miniatura della società, e quindi osservandoli riusciamo a capire meglio anche noi stessi. Dopo la visione dell'esposizione dei giocattoli  e di  suggestivi teatrini delle ombre, si passa alla parte più “esperienziale” del percorso dove i bambini potranno toccare con mano gli antichi giocattoli, vederli da vicino, capirne il funzionamento. Infine sono coinvolti in giochi d'azione come i birilli, il cerchio, bastoni e cerchietto...

La mostra, organizzata da Arci e Museo del giocattolo insieme alle altre iniziative collaterali, è visitabile la mattina su appuntamento da parte delle scolaresche, mentre ogni sabato pomeriggio la sede è aperta al pubblico dalle 16:30 alle 18:30. Per visitare il museo, il costo del biglietto è di € 3/persona

Per tutte le informazioni si può spedire una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contattare la coordinatrice Anna Caffio 0755731075.

Leggi tutto...

LABORATORIO DI FUMETTI

Questi sono alcuni dei disegni realizzati dai bambini della scuola elementare di Santa Lucia (Perugia) che hanno partecipato al laboratorio di fumetti organizzato in collaborazione con il circolo Arci Umbria Fumetto. I disegni si chiamano «Fiabe al contrario» e rientrano nell’ambito del progetto «Territori familiari» realizzato grazie a un bando della Regione Umbria.

Leggi tutto...

Umbrò

L’idea di realizzare Umbrò nasce verso la fine 2008, subito dopo l’ultimo congresso territoriale, quando il nuovo gruppo dirigente decide di rilanciare l’associazione anche attraverso la creazione uno spazio innovativo, da far nascere nel centro storico di Perugia, provando a mettere insieme la promozione socio-culturale e alcune attività legate all’enogastronomia. Nella cornice storica delle scalette di Sant’Ercolano, Umbrò rappresenta «uno spazio di socializzazione e di promozione di iniziative socioculturali, aperto a tutti, in cui si respira il fascino della storia e la forza dell’innovazione; un luogo di cultura e culture, di sapori e tradizioni, un’anima moderna di uno spazio antico». Arci Perugia ha voluto pensare ad uno spazio multifunzionale, un punto di incontro accogliente per i giovani, gli studenti, i residenti, i turisti e per tutti. Umbrò nasce con la missione precisa di indagare e interpretare il carattere unico di una regione come la nostra. Nelle antiche sale a volta di Via Sant’Ercolano si respira la storia di Perugia e dell’Umbria, con Umbrò che ha riconsegnato alla città un luogo d’inestimabile valore. Dove c’erano spazi, soprattutto quelli sottostanti in completo abbandono con cunicoli, cantine ed ammassi di pietre, ora ci sono splendide sale adibite a bar, gastronomia, pizzeria, self service, ristoranti slow food e fast food, cucine, montacarichi e ascensore, un market con prodotti doc di qualità ma a prezzi calmierati, una libreria-sala riunioni gestita da Mondadori, un locale dedicato alle nuove tecnologie, un terrazzo affacciato su Perugia e sulla piana di Assisi. Arci ha selezionato 60 aziende di piccoli produttori che faticano a trovare un punto vendita nell’acropoli e gli ha dedicato uno spazio mercato, aggiungendo a questo il cibo da asporto, compresa la pizza, ma anche un ristorante dove mangiare piatti realizzati dagli chef con i prodotti del market. Carne e pesce alla griglia cotti davanti agli avventori e da loro stessi scelti sui banchi di vendita. In più a disposizione dei clienti ci sono anche 30 tipi di birra artigianale umbra e un dispenser self service di vini pregiati del territorio da prendere a coppe usando una tesserina. D’estate invece si potrà mangiare all’aperto e sentire buona musica. E magari dopo pranzo o dopo cena (sarà aperto dalle 8 del mattino fino a mezzanotte e oltre) ci si potrà soffermare in libreria a sfogliare i giornali, curiosare tra i libri e fare piccole letture. Umbrò, quindi, è il fiore all’occhiello delle molte attività di Arci Perugia, un’associazione da sempre molto radicata nel capoluogo umbro: negli ultimi anni l’impegno di Arci nel rilancio del centro storico è stato notevole, in particolare con il progetto di ristrutturazione e riqualificazione del convento di San Fiorenzo, dove è stato aperto il cinema Melies.

Cultura e bellezza Umbrò è cultura, bellezza, bontà, un luogo dai molti volti e dalle molte anime. L’offerta enogastronomica è un elemento centrale: ogni dettaglio è stato studiato con cura, ogni fornitore è umbro e produce seguendo una filosofia virtuosa, con qualità, rispetto sociale, trasversalità ed equità dei prezzi. L’identità umbra, quella vera e genuina, è il punto di riferimento e verrà comunicata in ogni istante di attività di Umbrò. Il bar è la prima istantanea golosa che appare appena varcata la soglia principale del locale: qui colazioni, spuntini veloci ed aperitivi. Salendo le scale ecco la zona ristorazione: a vista, con i cuochi intenti a spadellare e cucinare. C’è il banco gastronomia e un grande grill: l’offerta gastronomica è cucina umbra al 100%. C’è anche una zona ristorante più riservata, per una cena à la carte raffinata e tranquilla e nel periodo estivo si può godere di tutto questo in una magnifica terrazza esterna. Gli appuntamenti culturali si vivranno in ogni angolo di Umbrò e ovviamente nel cuore intellettuale del locale, la bella sala conferenze dotata di tecnologie multimediali all’avanguardia. E’ proprio da qui che parte la “libreria diffusa” di Umbrò: libri d’arte e volumi che indagano le tendenze culinarie umbre e internazionali sono a disposizione dei clienti e dipingeranno ogni ambiente di Umbrò, anche quello che più di altri identifica l’Umbria gastronomica, il Mercato Temporaneo. Nel market la tradizione culinaria regionale è declinata attraverso l’offerta di centinaia di referenze: salumi, formaggi, vino, olio evo, legumi, frutta e verdure fresche tutte rigorosamente a Km zero. Qualche eccezione ci sarà, ma solo per garantire al cliente la possibilità di una spesa completa.
 La selezione delle materie prime utilizzate e offerte all’interno di Umbrò è frutto di un accordo sancito con un protocollo d’intesa tra la Confederazione Italiana Agricoltori dell’Umbria e Arci. Entrambe le associazioni condividono valori fondamentali come l’equità dei prezzi, la solidarietà e la cooperazione, la difesa e la valorizzazione dell’ambiente e del territorio umbro.

 

Sede e contatti:

via Oberdan, n.2-4-6

tel. 0755727809

Leggi tutto...

Il cinema Melies

Vai alla programmazione

logo

La realizzazione del progetto cinema rientra nella più ampia finalità di rivalorizzazione del territorio, del centro storico della città di Perugia, e nello specifico del quartiere del Carmine da troppo tempo segnato da problematiche sociali e di sicurezza.

All’interno di un contesto socio-urbano che si popola di realtà commerciali che faticosamente portano avanti le loro attività e di un centro culturale come la Casa dell’Associazionismo che vede costantemente in opera iniziative legate alla promozione dei diritti, l’accoglienza e l’integrazione delle diverse realtà culturali, il cinema Melies si pone come una linea di confine che può agevolare lo scambio e la partecipazione di iniziative importanti per i cittadini e non del territorio di Perugia.

L’obiettivo è di valorizzare il territorio e incentivare l’incremento di pubblico, di realtà commerciali e non del quartiere di riferimento, nonché del centro storico in generale, proponendo un’alternativa culturale che permetta di convogliare le energie presenti nel territorio coinvolgendo le nuove generazioni in percorsi di conoscenza positiva dell’altro in un’ottica di prevenzione e crescita, favorendo l’incontro di diverse culture e generazioni data la mobilità culturale che ha sempre caratterizzato la città, la conoscenza del territorio e la promozione delle sue eccellenze eno-gastronomiche tramite l’interazione con spazi in grado di offrire uno spaccato tradizionale, la multiculturalità attraverso eventi culturali variegati che sollecitino l’interazione tra i cittadini autoctoni e non e i nuovi migranti e valorizzando la rete associativa presente nella città attraverso iniziative cinematografiche, narrative, eno-gastronomiche.

Grazie alla collaborazione con la CineGatti sas, da sempre impegnati sul territorio nel campo cinematografico, oltre la programmazione ordinaria seguita e coordinata da “Circuito Cinema” di Roma, il Melies intende promuovere cinema di qualità con rassegne dedicate a quel tipo di cinema mal distribuito pur avendo avuto riconoscimenti di critica e pubblico a livello mondiale.

Attività principali

Il cinema Melies promuove e organizza

  • Cineforum ed incontri con Autori per creare dibattiti e confronti durante la stagione cinematografica

  • Cineragazzi: rassegna cinematografica per Ragazzi per promuovere la cultura del cinema nelle scuola di ordine e grado

  • Cinema in lingua: programmazione di film in lingua originale con sottotitoli in italiano

  • Rassegna di cinema Etnico: incentrata sul tema della convivenza tra popoli

  • Cine-Cena: di concerto con le attività culinarie della zona, creare delle convenzioni dove il pubblico del Cinema possa godere di sconti privilegiati per mangiare, degustare vini ed altro prima o dopo la proiezione del film.

Leggi tutto...

Informazione – Umbria24.it

Umbria24.it è un portale di informazione regionale con Web Tv integrata.

Il progetto nasce dall’esigenza di creare uno strumento informativo a carattere regionale che faccia fare un passo avanti agli strumenti che attualmente veicolano le informazioni in Umbria. Oggi gli eventi non nascono e muoiono in un giorno, ma prendono forma nel tempo. Siamo di fronte a un flusso interminabile, in costante evoluzione e attualmente in Umbria, a parte i media tradizionali, non esiste uno strumento di riferimento sul web che veicoli news ed immagini.

Umbria24.it è un portale internet capace di aggredire la notizia secondo due linee guida: l’aggiornamento in tempo reale dei fatti salienti della città e della regione, e l’approfondimento con servizi su quei temi che meritano di essere sviscerati più a fondo attraverso inchieste mirate.

Umbrianews24.it è una Web Tv, la prima Web Tv umbra ad occuparsi di informazione a 360 gradi con servizi filmati sulla notizia del momento, ma anche inchieste video con interviste, “dietro le quinte”, reportage. Portale e Web Tv non sono due entità separate e parallele, ma due gambe del medesimo progetto editoriale, un contenitore innovativo sulla scena umbra sviluppato in due step successivi: il primo principalmente incentrato sul portale, il secondo sullo sviluppo della Web Tv che sarà tuttavia attiva fin dal primo giorno.

L’idea di portale che è stata sviluppata segue tre linee guida: attrattività, multimedialità, interattività. Il tutto nel nome dell’informazione più seria e rigorosa. L’aggiornamento delle news garantito h24 con sezioni specifiche quali Cronaca, Politica, Economia, Sport, Università, Spettacoli, Cultura.

Il centro della filosofia del portale, tuttavia, è la multimedialità dei mezzi informativi.

L’utente può scriverci, mandarci le proprie foto e i propri video, commentare le notizie, trovando una piazza virtuale sulla quale discutere, dire la propria su un tema di suo interesse. La Web Tv, vero obiettivo in prospettiva del progetto, ha dalla sua molte possibilità: trasmettere sia in diretta che in modalità “on demand” e permettere sia la visione dei contenuti in programmazione (palinsesto), sia la possibilità di creare un palinsesto personalizzato con libera scelta dei contenuti a richiesta.

Umbria24.it non ha frontiere geografiche, quindi rappresenta un punto di riferimento sia per chi vive in Umbria, sia per chi è interessato a conoscere cosa accade nella regione (ad esempio gli umbri nel mondo, ma anche chi ha un figlio che studia in Umbria o chi deve semplicemente venire in vacanza nella nostra regione). Ciò apre prospettive di pubblico potenzialmente illimitate e spalanca le porte a un mercato pubblicitario che supera i confini regionali.

Leggi tutto...

Felicità è partecipazione

 

La libertà non consiste banalmente nel fare ciò che si vuole, ma nasce dall’aggregazione tra gli individui, sorge quando ci si sente soggetti attivi nelle decisioni.

Log in or Sign up

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Query Database